Economia Moldava

Dopo il crollo dell'URSS e la dichiarazione della sua indipendenza il 27 agosto 1991, la Repubblica Moldava è passata attraverso una complessa fase di transizione verso l'economia di mercato e sperimentato un significativo recessione economica.

La crisi economica in Moldavia durò per 10 anni (dal 1990 al 1999). Durante questo periodo, il PIL è diminuito di quasi tre volte. Dal 2000 l'economia è in aumento. Questo periodo è caratterizzato da una costante ripresa della produzione, che in parte hanno avuto un impatto sulla riduzione della povertà. Durante il periodo 2000-2005 il PIL in termini reali è aumentato con il 43 per cento. Di conseguenza il tasso di povertà è diminuita con il 41,3 per cento.

Il paese continua a mantenere la stabilità macroeconomica. Inflazione ridotta dal 44% nel 1999 al 10% nel 2005. Inoltre, la moneta nazionale ed il tasso di cambio è rimasto piuttosto stabile, mentre la riserve in valuta è aumentato notevolmente.

La crescita economica è avveduto per i prestiti esterni consentito una diminuzione della quota del debito pubblico e il debito pubblico garantito dal 79 per cento del PIL nel 2000 al 27 per cento nel 2005. Questi risultati sono dovuti alla promozione di un'adeguata politica monetaria e creditizia accoppiato con una rigida politica fiscale e di bilancio, così come l'attuazione di riforme fiscali volte a migliorare il sistema di riscossione delle imposte.



Lo sviluppo dell'economia nazionale nel 2006 è stato influenzato negativamente da una serie di fattori esterni. Queste includevano sfavorevoli condizioni atmosferiche, il divieto di esportazione di talune merci per la Federazione russa, accoppiato con un limitato accesso ad altri mercati di esportazione, in doppio aumento dei prezzi per le risorse energetiche importate dalla Russia, e un significativo aumento dei prezzi per le risorse energetiche su un altro mondo Mercati. Questo ha portato ad alcuni deterioramento degli indicatori macroeconomici. Vi è stata registrata una riduzione del tasso di crescita del PIL, e una diminuzione delle uscite industriali e agricoli e la quantità di merci esportate, a causa della quale il disavanzo della bilancia commerciale e il disavanzo della bilancia dei pagamenti è aumentato. Di conseguenza vi è stata una accelerazione dei processi inflazionistici. L'aumento dell'inflazione non ha una natura monetaria, e dipende dai prezzi del gas, le risorse energetiche e l'aumento dei relativi costi di produzione.

Il fattori esterni, e nel 2006 ha creato alcune difficoltà per l'attività del governo volte a raggiungere i suoi obiettivi economici e sociali. Difficoltà economiche incontrate dalla Repubblica di Moldavia nel 2006 potrebbe avere un impatto negativo sugli standard di vita della popolazione. Pertanto, il governo e la Banca nazionale restano impegnati ad intraprendere, su necessario, ulteriori misure per attenuare e prevenire potenziali crisi e lo sviluppo sociale ed economico del paese.

Principale lo sviluppo sociale ed economico indicatori della Repubblica di Moldova, per il periodo 2000 - 2006

4 commenti:

Post più popolari